Questo sito utilizza cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni.
Navigando questo sito ti dichiari favorevole all utilizzo di questi cookies sul tuo dispositivo.
Accetti i Cookies?

Daniele Papuli ha esposto sulle piattaforme di The Bridge of Love a Firenze dal 14 al 17 giugno

water

Daniele Papuli è stato invitato da LUISAVIAROMA, prestigioso brand dello shopping di lusso a livello internazionale, a partecipare alla collettiva Design on Water. Exhibition, in occasione della quale un'accurata selezione di designer, artisti e gallerie sono stati invitatiad allestire le piattaforme di The Bridge of Love con installazioni ispirate alla 13° edizione di Firenz e4Ever - Underwater Love.

L’esposizione coincide con il cinquantesimo anniversario dell’alluvione che sommerse Firenze nel 1966 e affronta la crisi dei rifugiati, una tragedia epica che la nostra società viene chiamata ad affrontare. Su sei cubi di The Bridge of Love sono state installate nove piattaforme galleggianti dove svettano opere che costituiscono interpretazioni uniche dell’acqua come simbolo di distruzione e rinnovamento, di speranza e solidarietà. L'artista salentino ha esposto una delle sue onde composte da centinaia di filamenti di carta blu che riprongono il movimento delle onde.

I visitatori saranno guidati attraverso il percorso espositivo con la curatela di LUISAVIAROMA.

acqua papuli

Fino al 15 settembre il Museo Santa Giulia di Brescia ospita la mostra dedicata ai Water Projects di Christo e Jeanne-Claude

locnadinaAllestita nello spazio di 2.000 metri quadrati del Museo di Santa Giulia, l’esposizione curata da Germano Celant in collaborazione con l’artista e il suo studio, presenta per la prima volta i progetti di Christo e Jeanne-Claude legati all’elemento acqua, nei quali gli artisti hanno lavorato in stretta relazione con paesaggi rurali e urbani caratterizzati dalla presenza di mare o lago, oceano o fiume. 
Attraverso oltre 150 tra studi, disegni e collage originali, ai quali si aggiungono i modelli in scala, le fotografie dei progetti realizzati, i video e i film relativi, Christo and Jeanne-Claude. 
Water Projects presenta una cronologia dei progetti monumentali dai primi anni Sessanta e sviluppa, in grandi sale museali, i sette Water Projects, da Wrapped Coast, One Million Square Feet, Little Bay, Sydney, Australia, 1968-1969, a The Floating Piers, Project for Lake Iseo, Italy, 2014-16, Lago d’Iseo, Italia. L’intento è di mostrare e di contestualizzare storicamente, in relazione al loro percorso storico, dal 1961 ad oggi, le diverse fasi progettuali e realizzative degli interventi legati all’acqua: dalla loro prima ideazione testimoniata dai bozzetti, al loro sviluppo nei disegni, nei collage e nei modelli, fino alla realizzazione concreta, documentata tramite fotografie e video. Una sezione informativa e interattiva, che aprirà a giugno, sarà dedicata alla costruzione in progress dell’intervento ambientale. Qui saranno proiettati e esposti materiali, in forma fisica e virtuale, prodotti dall’artista, sul processo di realizzazione, mentre sarà possibile vedere in live streaming foto e video postate in diretta dalle persone che visiteranno l’opera sul Lago d'Iseo. 
La mostra è stata pensata in concomitanza con la realizzazione dell’intervento The Floating Piers, che sarà attuato e aperto sul Lago di Iseo dal 18 giugno al 3 luglio 2016 e che segna il ritorno di Christo e Jeanne-Claude in Italia dopo 40 anni.
L’opera consentirà al pubblico di camminare sulle acque e sulle sponde del Lago per una lunghezza di 3 kilometri. É realizzata con 70.000 metri quadrati di scintillante tessuto arancione, che si appoggia su una sequenza modulare di pontili galleggianti larghi 16 metri e costruiti con 200.000 cubi di polietilene ad alta densità. Il percorso comprenderà il transito da Sulzano a Monte Isola e si svolgerà tra terra e acqua per includere l’Isola di San Paolo. Il catalogo della mostra, a cura di Germano Celant e pubblicato in versione italiana e inglese contiene una cronologia dei progetti su larga scala di Christo e Jeanne-Claude, realizzati o non, dal 1961 al 2016, documentando con maggior ampiezza i singoli Water Projects. Ogni opera realizzata, in progress o non compiuta, è introdotta da una scheda e corredata da immagini di disegni preparatori, seguiti da documenti fotografici sul processo di preparazione e di realizzazione.

Con oltre 150 tra studi, disegni, collages, modelli e fotografie provenienti da diverse collezioni sia italiane sia internazionali, Christo and Jeanne-Claude. Water Projects, a cura di Germano Celant in collaborazione con Christo e la CVJ Corporation, presenta per la prima volta l’insieme dei progetti monumentali legati all’elemento acqua dal 1968 al 2016, che gli artisti hanno realizzato o sono ancora in progress e in via di realizzazione. Tali progetti sono inseriti nella Cronologia, costituita da opere originali, modelli in scala, fotografie e documenti d’epoca, che introducono gli interventi ambientali di grande scala, progettati e realizzati dai primi anni Sessanta e ai quali Christo, anche dopo la scomparsa di Jeanne-Claude, avvenuta nel 2009, continua a lavorare. Da Wall of Oil Barrels - The Iron Curtain, Rue Visconti, Paris, 1961-1962 a Wrapped Reichstag, Berlin, 1971-1995, da Wrapped Monuments, Milano, 1970, a Wrapped Trees, Fondation Beyeler, e Berower Park, Riehen, Switzerland, 1997-1998, da Valley Curtain, Rifle, Colorado, 1970-1972, a The Gates, Central Park, New York City, 1979-2005, sono esposti più di cinquant’anni di lavoro e oltre trenta opere progettate o realizzate. 

progettoL’elemento acqua nel percorso artistico di Christo e Jeanne-Claude è presente per la prima volta in Wrapped Coast, realizzata alla fine degli anni Sessanta in Australia, e da allora presente in altri sei progetti, fino a The Floating Piers del 2016. Oltre alla dimensione oceanica e a quella lacustre, gli artisti si sono confrontati con la realtà di un fiume in Over the River, project for the Arkansas River, State of Colorado, dal 1992 e The Pont Neuf Wrapped, Paris, France, 1975-1985 o con il paesaggio della baia di Miami, in Surrounded Islands, Biscayne Bay, Greater Miami, Florida, 1980-1983 sempre volgendo l’attenzione da una parte al territorio naturale e dall’altra alla diversa realtà umana – abitativa, economica e sociale – di ogni sito dove gli interventi sono stati portati a termine. 

Giorni e orari di apertura:
Da martedì a venerdì: dalle 9.30 alle 17.30
Sabato e domenica: dalle 9.30 alle 19
Giovedì, apertura straordinaria: dalle 17.30 alle 22 
Chiuso tutti i lunedì non festivi

Daniele Papuli partecipa al progetto DoppiaFirma nell'ambito del Salone del Mobile di Milano

doppia

L'artista Daniele Papuli è stato coinvolto nel prestigioso progetto progetto sperimentale dal titolo Doppiafirma, promosso dalla Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte di Milano, da Living, magazine di interiors e design del Corriere della Sera e dallo store online YOOX.COM, leader mondiale nell'ambito della vendita oggetti di design, capsule collection esclusive e di una raffinata selezione di opere d'arte provenienti dai principali musei e gallerie d'arte a livello internazionale.

L'iniziativa prevede la realizzazione di una collezione esclusiva, composta da sedici pezzi, ognuno elaborato grazie alla collaborazione di un designer e di un artista, che saranno esposti al pubblico in concomitanza con l'edizione 2016 del Salone del Mobile di Milano, dal 12 al 17 aprile, in una delle istituzioni più prestigiose del capoluogo lombardo: la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, situata nel cuore della città e sede milanese del YOOX NET-A-PORTER GROUP

Papuli è stato chiamato a collaborare con il famoso architetto e designer milanese Michele De Lucchi per realizzare un'opera d'arte, un'icona narrativa dove si uniscono la suggestiva pratica dell'accostamento di centinaia di impalpabili strati di carta per creare superfici plastiche e fluide dell'artista salentino alla visionarietà progettuale contemporanea di De Lucchi che fonde il pensiero architettonico, l'industrial design e la comunicazione globale.

Per questo YOOX.COM, mecenate del progetto, presenterà on line, a partire dalla prossima estate, un'accurata selezione di opere "DoppiaFirma", frutto di un ricercato mix di tecnica progettuale ed espressioni artistiche suggestive, aprendo una vetrina cretativa sull'eccellenza del Made in Italy accessibile da tutto il mondo.

 

DoppiaFirma è un progetto promosso da:

cologni living logo ioox
Per maggiori informazioni, scarica il comunicato stampa
papuli live
Qualche abstract tratto dall'articolo dedicato al progetto DoppiaFirma sul magazine Living del Corriere della Sera, n.4, aprile 2016

 

Un'opera di Daniele Papuli sarà esposta presso lo Showroom Dante Galli, via Pontaccio, 7 - 20121 Milano

per tutta la durata della kermesse milanese

galli

COLOSSI ARTE CONTEMPORANEA
Corsia del Gambero, 13  BRESCIA
tel. +39 0303758583 
cell. +39 3389528261
Partita IVA 02650730985
 
orario di galleria: da martedì a sabato
10 -12 / 15 -19
 domenica su appuntamento
 
lunedì chiuso

angamc 51991